EVOLVE è la campagna informativa che raccoglie le misure e i protocolli Anti-COVID adottati da Riva del Garda Fierecongressi per garantire la sicurezza e tutelare la salute di tutti i suoi stakeholder durante Hospitality-Il Salone dell'Accoglienza e gli altri eventi fieristici e congressuali inseriti nel suo calendario
SCOPRI DI PIÙ

   

 Lunedì 9 Dicembre 2019
  FOOD & EQUIPMENT 

Dai dati 2018 del rapporto annuale Fipe sulla Ristorazione Italiana emerge un quadro piuttosto positivo: questo segmento dei consumi fuoricasa rappresenta il 36% della spesa alimentare totale, con un valore aggiunto di 43,2 miliardi di euro.

Agli italiani quindi piace frequentare i ristoranti, nonostante il minor tempo dedicato al cibo.

Interessante per i professionisti dell’ospitalità e della ristorazione il saldo piuttosto negativo (-12.444) tra locali aperti e chiusi nel 2018; in media ogni giorno chiudono 34 attività di ristorazione.

Oggi più che mai, è necessario sviluppare delle strategie di marketing vincenti e personalizzate sia dal punto di vista dell’offerta ai clienti che della comunicazione.

Come sopravvivere all’alta competitività del settore? 

Innanzitutto bisogna creare un brand riconoscibile e di valore; attività che richiede investimenti importanti in creatività, sviluppo e aggiornamento costante per fidelizzare i clienti e attrarne nuovi.

Alcuni suggerimenti per fare branding nel tuo ristorante

Il processo di creazione di un brand non è affatto banale; non è sufficiente un logo iconico e un arredamento ricercato per avere successo. L’obbiettivo è che i clienti attuali e potenziali si ricordino di voi e della vostra attività non solo quando entrano – magari per caso - nel vostro ristorante, ma già dal momento in cui cercano informazioni, soprattutto sul web e sui canali social.

Sostanzialmente il brand in tutte le declinazioni dovrebbe comunicare i vostri propositi e valori, il vostro concept, le vostre peculiarità.

Ogni brand iconico ha inizio con una storia, il motivo o l’occasione per cui è nata una avventura imprenditoriale. Qual è la storia del vostro ristorante?

Intervistate voi stessi …

Ogni ristoratore dovrebbe iniziare la sua avventura per fare branding, rispondendo a delle domande guida che lo aiutino a visualizzare quali sono i valori che lo guidino.

Chi sono?

Che cosa sto facendo?

Perché lo sto facendo?

Cosa voglio ottenere?

Qual è la strategia per raggiungere gli obbiettivi che mi sono prefisso?

Create una dichiarazione d’intenti

Ogni business dovrebbe dotarsi di una dichiarazione d’intenti, una proposta di valore che sia il fondamento su cui basare la vostra filosofia, che plasmi il cibo che servite, l’esperienza che offrite, la politica nei confronti dei vostri dipendenti e clienti.

Non è solo il logo a fare un brand, ma la filosofia e la missione che c’è dietro da cui derivano le caratteristiche uniche del vostro ristorante.

Create una proposta di valore alla base della vostra impresa, dei vostri prodotti e dell’ambiente, che costituisca il rapporto tra il vostro marchio e il pubblico al quale si rivolge. L’obbiettivo è essere unici.

Posizionate il brand sul mercato

 Cercate il vostro mercato di riferimento, concentrandovi sui punti di forza, le debolezze, le opportunità di sviluppo e soprattutto mappate la concorrenza del vostro ristorante.

Guardatevi attorno, interrogate i vostri potenziali clienti, provate la concorrenza …

Il brand non deve essere immutabile, ma evolvere nel tempo per adattarsi alle nuove esigenze del mercato, attraverso la sua storia e l’esperienza maturata; in quest’ottica è il brand stesso una bussola che vi guida in ogni decisione di business.

Sviluppate brand voice e immagine coordinata

 Per brand voice si intende il “come” un brand decide di comunicare con il pubblico e la sua clientela. In questi casi è necessario non lasciare nulla al caso. La brand voice è una parte essenziale della strategia che rende il vostro ristorante coerente e riconoscibile. Ovviamente in questa fase si prevede la creazione di un’immagine e un visual coordinato.

Il modo in cui appare il vostro brand è ciò che cattura da subito l’attenzione dei vostri clienti; il cliente va attratto, in modo che poi possa interessarsi a quello che avete da raccontare e offrire.

Che sia online (sui social media, sul sito web e sui motori di ricerca) o “below the line” (i menu, l’insegna, la pubblicità, etc.), il brand deve risultare coerente.

A proposito del menu, leggi anche il nostro approfondimento di #HTrends dedicato a “MENU ENGINEERING: che cos’è e come il ristoratore può utilizzarlo per vendere meglio” https://hosp-itality.it/it/dettaglio-news/73

Iscriviti a #HAcademy academy.hosp-itality.it nuovo strumento online di #hospitalityriva che consente di restare costantemente aggiornati sulle novità del settore dell’ospitalità e della ristorazione per far crescere il proprio business. Troverai anche il report completo “Non solo cibo: come si sta evolvendo la ristorazione”.