DI OGNUNO.

Lo spazio di incontro tra industria alberghiera ed extra alberghiera e Universal Design.


Il settore dell’ospitalità è un’industria fatta di persone per tutte le persone. Ospitalità Accessibile significa creare un'offerta turistica che mette al centro il benessere e la completa soddisfazione dei clienti - tutti i clienti - in ogni struttura ricettiva.


Offrire esperienze sostenibili, inclusive e di alta qualità, in grado di superare le disabilità e soddisfare le esigenze di ognuno attraverso l’universal design, rappresenta una sfida e una mission per gli operatori dell’accoglienza, dagli hotel ai camping, alla ristorazione.

Qualche dato

127 mln

Le persone

il turismo accessibile rappresenta un mercato inesplorato

+15%

Il fatturato

delle strutture ricettive che hanno investito in accessibilità

20%

Le esigenze

di accessibilità visibili

Perché

La progettazione inclusiva porta a soluzioni di qualità per tutti, realizzando un vantaggio competitivo nel medio-lungo termine per il settore dell’ospitalità e della ristorazione.


Si tratta, infatti, di un mercato rilevante: secondo i dati dell’OMS il 15% della popolazione mondiale è portatrice di una qualche forma di disabilità che determina esigenze di accessibilità, e rappresenta quindi un'opportunità di crescita e sviluppo del business della propria struttura ricettiva.

Il progetto DI OGNUNO

Grazie all’accordo pluriennale tra Hospitality, Village for All – V4A e Lombardini22 cresce l’impegno verso un’ospitalità accessibile a 360 gradi.


Nasce nel padiglione D lo spazio DI OGNUNO per dimostrare come la progettazione inclusiva porti a soluzioni di qualità per tutti, realizzando un vantaggio competitivo nel medio-lungo termine.


DI OGNUNO offre a tutti i professionisti dell’HoReCa percorsi esperienziali e immersivi, esempi concreti di progettazione inclusiva, oltre ad attività formative ad hoc per trasformare le esigenze del turismo accessibile in progetti realizzabili e gestibili dagli operatori, nello sviluppo del proprio business.


Focus dell’edizione 2024 è la reception. “La Reception di Ognuno applica le neuroscienze all’architettura per ricreare l’esperienza del check-in e check-out: tre reception progettate per suggerire soluzioni nell’accoglienza, invitare all’esperienza e mostrare le diverse esigenze dell’accessibilità per le disabilità sensoriale visiva, disabilità fisiche e motorie e disabilità sensoriale uditiva, che consentono di vedere il buio, muovere lo spazio, ascoltare il silenzio. Il tutto con l’obiettivo non solo di migliorare la percezione del primo impatto con la struttura ricettiva ma anche di contribuire al benessere e alla diminuzione dello stress di tutti gli ospiti in questo specifico spazio.

Vedere il buio

La stanza delle disabilità visive

Muovere lo spazio

La stanza delle disabilità motorie

Ascoltare il silenzio

La stanza delle disabilità uditive

Universal design

al servizio di ognuno


Si definisce Universal Design il design per la diversità umana, l’inclusione sociale e l’uguaglianza. Mira a creare ambienti, prodotti e servizi che siano accessibili, utilizzabili e fruibili da parte di tutte le persone, indipendentemente dalle loro capacità, età, abilità o condizioni fisiche, sensoriali e cognitive. Anche nell’ambito dell’hôtellerie e della ristorazione.