EVOLVE è la campagna informativa che raccoglie le misure e i protocolli Anti-COVID adottati da Riva del Garda Fierecongressi per garantire la sicurezza e tutelare la salute di tutti i suoi stakeholder durante Hospitality-Il Salone dell'Accoglienza e gli altri eventi fieristici e congressuali inseriti nel suo calendario
SCOPRI DI PIÙ

   

 Lunedì 16 Novembre 2020
  CONTRACT & WELLNESS 

Quali saranno i trend emergenti dell’interior design per il nuovo anno? Quali materiali e colori caratterizzeranno non solo gli interni privati ma anche quelli dedicati all’ospitalità e all’accoglienza? Consultando i report dei più importanti centri studi internazionali e le opinioni di trend setter e forecaster emergono già le prime tendenze. Vediamole insieme…

La natura in primo piano

L’interior design 2021 senza alcun dubbio sarà attento alla natura e alla sostenibilità, ma senza mai rinunciare a estetica ed eleganza. Un mood che determinerà un’accurata selezione dei materiali, spesso privilegiando il recupero di vecchi mobili o di materiali all’insegna dell’economia circolare.  Tra i materiali naturali trionferà il legno, preferibilmente di origine certificata e controllata, in nuance ed essenze chiare e in stile scandinavo. Perfetti anche i legni grezzi e non trattati, dal mood eco-chic.

Trionferanno anche i materiali innovativi, frutto di sistemi produttivi sostenibili e poco inquinanti, primi fra tutti quelli di riciclo come le plastiche biologiche, per vivere in un mondo sempre più plastic-free. Infine, via libera anche a tutti i materiali organici e a basso impatto ambientale: dalle fibre a base vegetale come il vimini e il rattan a tende e tappezzerie in seta naturale, lino e canapa.

I colori di tendenza

Il richiamo alla natura e all'ambiente si rispecchierà anche nella scelta dei colori. Tornano prepotentemente i colori neutri e caldi, tipici dei materiali naturali. Ma trionferà anche la gamma dei blu, da quelli più intensi e profondi alle infinite tonalità degli azzurri. Spesso integrati da elementi color miele o oro, per dare vita a spazi contemporanei e sofisticati.

Di gran moda anche il classico binomio bianco e nero, spesso declinato in una versione pop che rievoca gli Anni ’80, con motivi optical e geometrici. Perfette, sulle pareti, anche le stampe e le fotografie in bianco e nero, per un decor semplice ma stimolante.

Tra i colori neutri tornerà con forza anche il grigio, nei suoi toni più chiari, come alternativa più calda ed elegante al classico bianco, in grado di rendere più vive e ricercate le pareti.

Marmo e metalli

Grande revival per un materiale elegante e luxury come il marmo, che conferisce stile e raffinatezza a qualsiasi spazio. Perfetto per grandi ambienti, cucine e bagni.

Marmo che sempre più spesso verrà abbinato a metalli preziosi come il rame, il bronzo e l’ottone, per creare effetti decorativi sorprendenti e unici. E per chi ama lo stile industriale e metropolitano si farà grande uso anche del “black metal”, preferibilmente nella versione matt, per creare ambienti giovani e contemporanei.

Greenery

Prosegue anche nel 2021 un trend che riscuote sempre più consensi, ovvero l’integrazione di elementi naturali nella vita quotidiana: piante sempreverdi, rampicanti o sospese, e tante pareti di verde verticale. E’ la “giungla indoor”, spesso integrata dalla presenza di rocce, pietre e cristalli, per vivere la magia e la bellezza della natura anche negli ambienti interni. Perfette anche le carte da parati con decorazioni e stampe che riproducono paesaggi naturali o motivi di flora e fauna, anche in una versione minimal e stilizzata.

Luce naturale

Infine tanta tanta luce naturale, che deve invadere tutto l’ambiente. Si privilegiano quindi grandi vetrate e si eliminano pareti e muri divisori, per creare ampi e luminosi open space. Ottimi anche i tendaggi leggeri che facilitano il passaggio della  luce e gli specchi o le superfici riflettenti per illuminare gli ambienti e, al tempo stesso, per estendere la percezione dello spazio.

Articolo di Antonia Zanardini, direttore Guest magazine