EVOLVE è la campagna informativa che raccoglie le misure e i protocolli Anti-COVID adottati da Riva del Garda Fierecongressi per garantire la sicurezza e tutelare la salute di tutti i suoi stakeholder durante Hospitality-Il Salone dell'Accoglienza e gli altri eventi fieristici e congressuali inseriti nel suo calendario
SCOPRI DI PIÙ

   

 Lunedì 19 Aprile 2021
  ONSPITALITY 

Instagram è un social network davvero perfetto per le strutture ricettive.
È incentrato su foto e video. Due formati comunicativi ideali per la promozione territoriale e del proprio brand.

Inoltre, possiamo definirlo un po’ come il social più importante degli ultimi mesi. Del resto, ha addirittura oltre un miliardo di utenti mensili attivi.

Si tratta di una piattaforma ormai indispensabile per qualsiasi hotel. Motivo per cui adesso vi daremo alcune indicazioni per poterlo utilizzare nel migliore dei modi.


Account Business

La prima operazione da fare, subito dopo aver creato l’account del vostro hotel, è quella di trasformarlo nella versione Business. Ovviamente, la stessa cosa vale qualora l’account lo abbiate già.
In questo modo, potrete ottenere alcune funzionalità extra, come pulsanti “call to action” per ricevere e-mail, chiamate e dare indicazioni stradali agli utenti sul come raggiungervi.
Si attiverà anche una sezione di statistiche, utili per monitorare le vostre attività.


Strategia di contenuti

Un aspetto fondamentale per avere un profilo che funzioni, è avere una strategia di content marketing.

Non ha senso aprire un profilo su Instagram per poi lasciarlo abbandonato al proprio destino.
Non solo occorre essere presenti e costanti nelle pubblicazioni, ma occorre anche avere in mente un piano editoriale ben strutturato.

Come spesso accade in queste situazioni, la cosa migliore da fare è valutare a priori quale sia il cliente tipo della vostra struttura ricettiva, così di conseguenza da poter pubblicare contenuti interessanti per loro e con il giusto tono di voce.

Per esempio, i post di un hotel per gli amanti dell’outdoor saranno molto diversi da quelli di un hotel romantico, specializzato in vacanze per le coppie.

Un buon mix di contenuti prevede non solo foto e video dell’hotel o delle camere, ma anche della promozione territoriale, mostrare il dietro le quinte, far conoscere lo staff, raccontare di eventi passati e futuri, di attività praticabili nella vostra area e così via. Ovviamente, in base alla zona e alle caratteristiche della clientela, cambieranno anche queste opportunità.

Inoltre, se avete già altri profili, come ad esempio Facebook, dovrete essere coerenti con lo stile comunicativo del vostro brand, per quanto riguarda tono, linguaggio e personalità.

Agendo così, tutte le vostre pagine saranno sempre ben distinguibili dai competitors e non confonderete la clientela che vi segue su più social.


Stories

Un profilo Instagram non vive solo di post e video pubblicati all’interno del profilo.
Infatti, anche le Stories sono una tipologia di contenuto da usare con frequenza, che possono dare molti più risultati di ciò che si possa pensare.

Infatti, le Stories di Instagram sono in grado di raggiungere un pubblico molto ampio e tendono a generare più interazioni rispetto alle altri formati. Per questi motivi è necessario inserirle nella vostra strategia.

Le storie vengono percepite come un tipo di comunicazione immediato, vero e senza filtri.

Sono un mezzo ottimo per creare e cementare i vostri legami con i follower. Per dare un’immagine più spontanea e umana del vostro hotel.
Sostanzialmente, servono per promuovere il vostro hotel in modo immediato, autentico ed interattivo.

Ma come sfruttarne l’enorme potenziale? Vi diamo alcuni spunti.

Raccontate il dietro le quinte della struttura

Fate parlare e conoscere tutto lo staff

Mostrate ciò che accade in hotel, magari dal vivo

Immortalate momenti speciali

Usate le funzionalità interattive, come sondaggi, quiz, box per le domande

Interagite con gli utenti e mettete in risalto i loro contenuti

Sperimentate, per scoprire nuove funzionalità

Inoltre, nonostante che esse spariscano dopo 24 ore dalla pubblicazione, potrete selezionarne alcune da mettere in evidenza nel vostro profilo. In questo modo le renderete fruibili anche oltre la canonica giornata di vita che sono solite  avere.


Engagement

Un profilo Instagram di successo non si misura con il numero di follower, ma bensì con l’engagement degli utenti. Ovvero, con le interazioni che si ricevono e la qualità delle interazioni stesse.
Di fatto, le strutture ricettive più brave sono in grado di trovare persone che apprezzano, commentano ed interagiscono con i loro contenuti. Attività che aiutano a fortificare i rapporti umani con gli ospiti e ad attirarne di potenziali tali.

Allora, come si può migliorare sotto questo aspetto? Come nel punto precedente, vi forniamo alcune indicazioni.

Sfruttate tutte le funzioni del sistema: foto, video, reels, stories, caroselli e anche il pay per click

Usate le Stories quotidianamente

Usate i video, che in media hanno engagement più alti della media

Programmate alcune pubblicazioni, così da non rischiare di restare scoperti

Rispondete ai commenti

Taggate le persone e riutilizzate i contenuti creati dagli ospiti


Hashtag

Gli hashtag stanno a Instagram come le parole chiave stanno a Google.
Il vostro obiettivo è di trovare nuovi potenziali ospiti, interessati alla vostra località e a ciò che voi avete da offrire. Perciò, è necessario che siate bravi nella selezione degli hashtag da inserire nei vostri post.

Ad esempio, se siete un hotel a Rimini, al posto di usare solo un generico “#mare”, usate anche “#rivieraromagnola” o “maredirimini”. Un potenziale cliente, interessato a scoprire la vostra area, cercherà immagini di quest’ultima utilizzando hashtag specifici. È esattamente la medesima cosa che accadrebbe su un motore di ricerca. Nessuno cercherebbe “hotel”, ma piuttosto “hotel rimini”, dato che l’obiettivo è trovare un albergo in quella zona.

Se avete dei dubbi o non avete idee su quali hashtag utilizzare, esistono parecchi siti e tool in grado di suggerirvene. Potete scrivere una keyword, ad esempio il nome della vostra città, e vedere quali siano gli hashtag correlati da usare.

Infine, a livello di brand awareness, può essere una buona idea ideare ed usare un vostro hashtag personalizzato, magari usando il nome dell’hotel. In questo modo, renderete individuabili tutti i vostri contenuti. Ed anche i vostri  clienti potranno usarlo quando condivideranno sui loro profili foto e video delle loro vacanze.


Coprite diversi argomenti e seguite i trend

Fortunatamente, anche in periodi particolari come questo post-pandemia, su Instagram il travel va sempre di moda.
Tuttavia, ci sono anche altri argomenti che potete utilizzare per creare contenuti interessanti da pubblicare.

Alcuni sono degli evergreen: cibo, wellness, outdoor, mare, montagna, ecc… A seconda delle vostre peculiarità, li potrete usare per valorizzare i servizi offerti e la posizione del nostro hotel.
Altri invece sono più legati al momento o alle stagionalità, come le feste. Oppure, collegati a determinati eventi: fiere, concerti e così via. Restate costantemente attenti ed aggiornati, guardando quali siano gli hashtag più popolari  in Italia e nel mondo, così da andarli ad intercettare e sfruttare a vostro vantaggio.