Lunedì 26 Settembre 2022
  BEVERAGE 

Tra le più antiche bevande alcoliche, è anche la più attuale: parlando di trend del momento in ambito beverage non si può non evidenziare l’ascesa della birra artigianale italiana e internazionale che, tra tradizione e innovazione, riesce  a mettere d’accordo la maggior parte dei consumatori.

I dati del settore brassicolo artigianale 

La filiera della birra artigianale rappresenta oggi un esempio da seguire: dalla coltivazione alla vendita, gli alti standard di produzione e controllo garantiscono un prodotto di eccellente qualità, sempre più apprezzato dai consumatori di tutte le età.
I dati ObiArt - Università di Firenze evidenziano che negli ultimi sei anni le imprese produttrici di birra artigianale in Italia sono aumentate del 93%, passando da 649 nel 2015 a 1.253 nel 2021.
Se guardiamo il valore del comparto brassicolo artigianale nel nostro Paese, secondo Unionbirrai, rappresenta il 4% del mercato nazionale, produce in media 500.000 ettolitri l’anno e fattura oltre 250 milioni di euro, dando lavoro a 7.000 addetti.
I dati sono notevoli anche a livello globale: attualmente il segmento della birra artigianale detiene un valore di oltre 38 miliardi di dollari e crescerà del 14,1% l’anno fino al 2027, secondo quanto riportato recentemente da MarketWatch. Per quanto  riguarda lo scenario europeo, invece, è previsto un aumento del comparto della birra artigianale di 666,34 milioni di litri entro il 2025 (+6,20%).

Birra Artigianale: cosa la rende unica.

Un birrificio artigianale è un’impresa che dedica particolare attenzione alla ricercatezza e alla qualità degli ingredienti e nella fase produttiva non utilizza processi di pastorizzazione e microfiltrazione. Questa cura nella produzione ha determinato la nascita di un nuovo mercato e di un prodotto assolutamente innovativo, il cui valore è sempre più riconosciuto dai consumatori, che sono disposti a pagare un premium price per una birra con caratteristiche uniche. Non solo. Artigianalità è sinonimo di inclusione: oggi anche la craft beer diventa “free” nelle formule Gluten Free e Alcol Free, per permettere a tutti di poter gustare la regina delle bevande. 

Le migliori birre artigianali hanno una vetrina d’eccezione: l’area speciale Solobirra, lo spazio all’interno di Hospitality – Il Salone dell’Accoglienza dove produttori e distributori si incontrano proponendo non solo le proprie creazioni, ma anche degustazioni e incontri formativi. 

Sei interessato a diventare espositore? A questo link trovi tutte le informazioni. 

Per valorizzare al massimo questo segmento di mercato, è possibile partecipare al concorso tecnico Solobirra 2023 che premierà le proprietà organolettiche e gustative delle migliori craft beer di ciascuna delle 24 categorie in gara. La  giuria di esperti conferirà, inoltre, il premio speciale “Birra dell’anno 2023” alla birra che, dalla somma totale dei punti attribuiti in fase di valutazione da tutti i giurati, risulterà con il punteggio più alto.
Per candidare la tua birra artigianale, scarica il bando, hai tempo fino al 18 dicembre!

Italian Pale Ale 

La creatività dei mastri birrai italiani nel mixare gli ingredienti e la qualità delle materie prime del nostro Paese ha portato al riconoscimento a livello internazionale di uno stile unico: Italian Pale Ale, una delle categorie premiate  anche nell’ambito del concorso tecnico Solobirra.
Lo stile Pale Ale identifica le birre ad alta fermentazione originarie della Gran Bretagna. Caratteristica tutta italiana è, invece, la luppolatura a freddo, una tecnica in grado di esaltare al massimo le proprietà aromatiche dei luppoli esaltandone  gli aromi senza accentuarne le note amare. 


Quale sarà la migliore birra 2023?

Dall’aperitivo al dopocena, la birra è protagonista, soprattutto se proposta con piatti innovativi ed abbinamenti insoliti. Ma oggi la birra artigianale non è apprezzata solo a tavola: il pubblico di degustatori si sta avvicinando con crescente interesse  a questa realtà anche perché può assistere da vicino ai processi di produzione, scoprendo gli impianti e la passione con cui i birrai lavorano. 

Le birre artigianali vincitrici del contest tecnico Solobirra 2023 e del contest creativo Best Label 2023 – per le migliori etichette originali e packaging coordinato per capacità comunicativa nel settore brassicolo artigianale – saranno annunciate e rimarranno esposte durante la 47esima edizione di Hospitality, dal 6 al 9 febbraio a Riva del Garda. Massima visibilità anche online, dove le classifiche saranno consultabili per dodici mesi, fino alla manifestazione successiva. Guarda qui tutti i vincitori 2022